Dettaglio news

29.09.2017

Challenge test e storage test: come misurare la qualità degli alimenti 20 ottobre 2017 | Torino

Challenge test e storage test: come misurare la qualità degli alimenti 20 ottobre 2017 | Torino

Obiettivi e destinatari

La microbiologia alimentare è un settore di studio fondamentale per garantire la sicurezza igienico-sanitaria degli alimenti.

I criteri microbiologici fissati dal Reg CE n.2073/2005 definiscono l’accettabilità di un prodotto, di una partita di prodotti alimentari o di un processo, in base all’assenza, alla presenza o al numero di microrganismi presenti e/o in base alla quantità delle relative tossine/metaboliti per unità di massa, volume, area o partita. Vengono così definiti dei limiti che talvolta, purtroppo, non possono essere correttamente verificati.

“Non sempre l’Operatore del Settore Alimentare ha ben chiaro come inserire nel proprio Manuale di Autocontrollo opportuni sistemi di controllo di questi criteri, specialmente quando si tratta di valutare la dinamica di crescita dei batteri presi come criterio (in primis Salmonella e Listeria monocytogenes). Oggi disponiamo di prove di laboratorio che possono aiutarci a conoscere meglio il comportamento dei batteri patogeni e gli effetti che la loro crescita può avere sull’alimento, progettando uno storage test o un challenge test. Possiamo perfino prevedere tali comportamenti con analisi computerizzate, con la microbiologia predittiva, ma quali sono le metodologie più opportune da adottare? Quali i costi economici che esse comportano?

 

Tutte le informazioni nella pagina raggiungibile al seguente indirizzo: 

http://www.alimentarea.it/challenge-test-e-storage-test-come-misurare-la-qualita-degli-alimenti20-ottobre-2017-torino/

Documenti e download

Formazione e aggiornamenti

Corsi di formazione e programmi professionali

Le tecnologie alimentari per la salute

Fattura Elettronica per Fornitori